Franco Barbieri

Franco Barbieri

Franco Barbieri

Franco Barbieri è nato a Pesaro nel 1951 dove vive e lavora. Si diploma all’Istituto Statale di Belle Arti di Urbino per poi continuare dagli anni ’70 in poi le sue esperienze artistiche sia nella grafica che nella pittura. A partire dagli anni ’90 sviluppa un profondo interesse per il segno e la materia e subisce il fascino dei materiali più vari ed inusuali: juta, sughero, cementite, abbinati a foto, ritagli di giornali e collages che fanno ingresso nei suoi lavori. Attraverso l’uso di materiali di scarto l’artista crea nuove composizioni in cui cerca di fissare un’emozione a metà strada tra razionalità ed istinto.

Le opere di Franco Barbieri non hanno titolo; sono costantemente e coerentemente “senza titolo”.

Voglio partire da questo dato di fatto che, suppongo, in un artista quale Franco Barbieri non può annoverarsi ad elemento casuale  e trascurabile.

Credo infatti che la sua sia una presa di posizione tesa a sottolineare l’impossibilità (intesa non quale incapacità ma quale non-volontà) di tradurre nell’universo del dicibile la forza perentoria delle sue immagini.

Lo stesso principio credo abbia suggerito a Franco di affidare questo breve commento ad una profana dell’arte, quale io sono, semplice appassionata, probabilmente sguarnita degli strumenti interpretativi che l’opera di Barbieri richiederebbe.

Franco offre la spontaneità del suo gesto alla spontaneitò del della lettura, l’emozionalità della sua proposta all’emozionalità della fruizione rivelando, con ciò, la prevalenza, nella sua dimenzione intellettuale, di una tratto di schiettezza e densa umanità. 

[…]

 Marzia Della Martera